mercoledì 26 dicembre 2007

Merry Christmas!


Merry Christmas!
Inserito originariamente da Dailyville
Dal (piccolo ma appassionato...) staff di SegnaleRumore, i migliori auguri per le festività del S. Natale e per un lieto inizio di nuovo anno...! ;)

mercoledì 19 dicembre 2007

Google Reader Shared


Google Reader Shared
Inserito originariamente da !!! k2208
Carina questa nuova cosa di Google Reader, il fatto di poter raccogliere in comodi links i "contenuti condivisi" (shared items) dei propri contatti! Direi che Google Reader, per la comodità e le caratterstiche assai interessanti che lo contraddistinguono - come lettore di feed RSS - per molte persone sta progressivamente portando ad abbandonare programmi software residenti sul computer (io da tempo, in pratica, non uso più il peraltro ottimo akregator di KDE...!)

Jaiku e il microblogging


Da tempo pensavo di scrivere qualcosa sul fenomeno del microblogging, e di Jaiku in particolare. Ma poi l'idea di affrontare la cosa in maniera meditata e sistematica, alla fine mi scoraggiava e mi faceva desistere. Troppe le cose da dire, da considerare, per qualcosa che potrebbe essere - per la sua specifica natura tecnologica, per il tipo di relazione tra persone che può instaurare, e tanto altro - forse meglio oggetto di una tesi di laurea in sociologia, o qualcosa del genere.

Allora ho pensato alla natura di questo blog, nato appunto con l'intento non di affrontare gli argomenti tecnologici in maniera sistematica ed esaustiva, e nemmeno per offrire un punto di vista imparziale e aridamente "neutro" sugli argomenti trattati, ma per offrire, a chi fosse interessato, dei semplici spunti di una esperienza di relazione con il personal computer e - soprattutto - con l'umanità che intorno a questo fenomeno si raccoglie.

Allora l'idea si è tramutata nel lasciar traccia, solamente, di una esperienza dall'interno di questo fenomeno, come di tanti altri. Una esperienza personale, certamente parziale. Comunque interessante: nel senso, che mi sono accorto di quanto sia intrigante questa sottile e veloce trama di piccoli post e messaggi, e relative risposte, che scorre quasi "sopra" l'universo di Internet, costituita dai microbloggers che fanno uso di servizi quali Twitter, Jaiuku e tanti altri. Sono come cose in rapida mutazione, al cui confronto il classico blog o forum che sia, viene poi percepito come "lento", più articolato ma "impegnativo", forse. A volte basta intervenire in un argomento di discussione, per rimanere (piacevolmente) invischiati in una serie di battute e risposte, su un argomento che magari ci appassiona, intervenendo magari tramite uno dei tanti istant-messanger con i quali si interagisce con questi servizi.

Ho sotto gli occhi, ad esempio, un argomento di discussione che ho aperto stamattina, sul canale linux di Jaiku, in un momento in cui mi sono chiesto, banalmente, quale distribuzione linux usare per il computer di casa, che ha raccolto in poco tempo una serie non trascurabile di risposte interessanti...

Ci sarebbe da approfondire anche, l'importante aspetto della mobilità, poichè è evidente che molti di questi servizi, sono concepiti e ottimizzati per un uso fondamentale anche da dispositivi mobili, quali celluari: basta usare la pagina wap di Jaiuku o (qualora il telefono lo consenta) scaricarsi l'apposito applicativo, per capire quanta cura ed attenzione viene posta all'espetto della fruizione "in mobilità" (anche a livello di potenziale marketing - ricordiamo che dietro Jaiku c'e' il gigante Google, ora, che sta iniziando a puntare sull'advertising per celluari...). Più in generale, non è certo segno di grande preveggenza, ormai, dire che la prossima rivoluzione di Internet sarà la fruizione sempre più completa con piccoli dispositivi mobili, svincolata da questi gigioni ancora "impicciosi" che sono i personal computer ed anche i laptop!

C'e' una morale, insomma? I modi di relazione sociale sono molti, e molti se ne continuano a scoprire, grazie anche alle possibilità offerte da vari dispositivi mobili. Ecco: la rete di messaggi dei microbloggers penso sia tra questi....

venerdì 14 dicembre 2007

Linux Mint Daryna: elegante, semplice e funzionale


Linux Mint Daryna
Inserito originariamente da mcastellani
Avendone letto solo che bene, mi sono deciso anch'io a provare a giocare un pò con l'ultima release di Linux Mint, nome in codice Daryna, per vedere come si comporta sul mio laptop Acer Aspire 3634.

Masterizzata la ISO (versione "light", ma la differenza in termini di grandezza delle iso non è molta), ho inserito il CD nel lettore e fatto il boot. La prima gradevole sorpresa è stata il riconoscimento corretto della risoluzione video ottimale (1280x800 pxl), visto che per alcune distribuzioni mi toccava adattare "a mano" il file xorg.conf.

Fatto il boot, si presenta un ambiente GNOME, del quale sicuramente colpisce in primo luogo la sobria eleganza dell'insieme (colori, sfondo, menù). Gli sfondi disponibili non sono molti ma davvero tutti contraddistinti da quel tratto di eleganza tipico, direi, di questa distribuzione linux.


Al di là dell'apparenza - pure importante - altre cose notevoli, oltre (ovviamente) al riconoscimento automatico delle impostazioni di rete DHCP del mio router, la possibilità di istallare facilmente software "proprietario" ma utilissimo (flash player su firefox in un soffio, i font microsoft etc...), una procedura di istallazione su disco fisso pulita e veloce (sì non ho resistito, gli ho "regalato" la partizione che prima era di openSUSE 10.3), e... mai successo prima (per me), l'istallazione facilissima del driver corretto per il wireless: non essendo un grande smanettone, non ero mai riuscito (nè con openSUSE, nè con Kubuntu, nemmeno con PCLinuxOS) a far funzionare il wireless.. ora finalmente è diventata, con Linux Mint, una questinone "for dummies" (dunque ottimale per il sottoscritto.......!!)

I menù sono ben progettati e facilmente usabili. La dotazione di programmi è buona, per essere un CD e non un DVD, ma soprattutto la miriade di applicativi a cui attingere (quelli di ubuntu) è a distanza di un click, tramite synaptic o apt. Naturalmente non è stato necessario preoccuparsi di impostare alcun indirizzo dei repository.

Che altro dire? I file musicali suonano da subito; lo streaming della radio internet last.fm funziona immediatamente; il player audio è lo splendido amarok (concessione a KDE, secondo me pienamente motivata, vista la qualità del software). Il gestore degli aggiornamenti, a differenza di Ubuntu, assegna delle diverse priorità ai vari pacchetti, in modo da poter effettuare updates più "mirate" a seconda delle preferenze dell'utente.

Altra cosa importantissima, per un laptop - e per l'uso domestico (non continuativo) : il suspend mode funziona subito (con openSUSE non accadeva, ad esempio)

Niente male, assolutamente. Finora usavo Windows XP a casa (principalmente per la possibilità di usufruire del "suspend mode") e Kubuntu al lavoro: tuttavia XP stava diventando sempre più farraginoso nell'avvio (come ho riscontrato anche su altri sistemi: XP è "un lampo" all'inizio, e poi pina piano diventa una zavorra...) Ora Mint si sta sostituendo al sistema di Redmond, nell'uso pratico del mio portatile, e con indubbi vantaggi e benefici... ;)

giovedì 6 dicembre 2007

Norah Jones nel player last.fm


Norah Jones in my last.fm player
Inserito originariamente da mcastellani
Non me ne ero mai accorto, e non so dire se sia una feature recente... comunque ho realizzato solo ora come last.fm riesca a lavorare in completo e mirabile accordo con il player iTunes: non solo "riceve" la lista dei brani suonati dentro iTunes e li invia al tuo profilo last.fm, ma mostra nel player titolo e copertina del brano che sta suonando su last.fm, proprio come se stessi ascoltando uno stream radio internet... molto carino ! ;)

martedì 4 dicembre 2007

PHP Cookbook

Immagine di PHP CookbookMi è arrivato ieri da Amazon.co.uk, l'attesto pacco contenente anche questo volumone di tutto rispetto... più di 780 pagine ricchissime di esempi, ordinatamente divise per sezioni (Strings, Numbers... fino a Databases, Web Services). Chiaramente non è una risorsa per imparare il linguaggio PHP (sono d'accordo con le recensioni in rete, dove si precisa che - per la utile consultazione del libro - il linguaggio deve essere già acquisito, almeno nelle sue parti fondamentali), ma mi pare di grande valore nella programmazione, essendo una vera miniera di trucchi accorgimenti ed esempi.

Insomma, uno di quei volumi che rimane come "riferimento" e manuale di consultazione per lungo tempo: uno di quei libri - cioè - dai quali c'e' sempre da imparare qualcosa..

lunedì 3 dicembre 2007

Distribuzioni linux a confronto...

Curiosamente, scorgo in rete - quasi allo stesso momento - due articoli di impianto analogo, anche se piuttosto diversi nella modalità di esposizione, che si occupano di mettere a confronto alcune tra le più diffuse ed interessanti distribuzioni linux: uno è su eWeek, Desktop Linux Trio Offers Look at What's To Come mentre il secondo, forse ancor più interessante per il numero di distribuzioni prese in esame e la chiarezza con cui riepiloga i risultati (comode le "tabelline" finali), è apparso su Distrowatch Weekly, A grand overview of popular desktop distributions.

Le varietà di linux sono davvero moltissime (in questo è un sistema operativo senza confronti: c'è chi trova la cosa assolutamente interessante, c'eè chi la considera in qualche modo una "dispersione di forse"... e forse è un pò tutte e due!), dunque articoli come questi sono di norma molto utili, per valutare se adottare linux o se - essendo già utenti - continuare con la distribuzione scelta o valutare un cambiamento...

giovedì 29 novembre 2007

Zoho aggiorna il proprio foglio elettronico online

Zoho Sheet just had an update with some nice features. Here are the highlights:Enhanced Sidebar and Batch Operations:If you are a regular user, the immediate thing you will notice is that the sidebar, which lists your spreadsheets, has undergone some changes. It now displays an icon next to the name representing whether it is shared or public or private. There are different filtered views like “Shared by Me”, “My Public Documents”, “Last Created (10)” and “Last Modified (10)”. You can also sort the spreadsheets by Name / Created Time / Modified Time. It will remember the last selected view the next time you login.
Zoho Blogs » Zoho Sheet

Dite quel che volete, ma la differenza tra un programma residente sul computer (openoffice, excel..) e questo eccellente Zoho Sheet, si sta facendo sempre più piccolina...

PS carino il nuovo tema grigetto.. :)

Blogged with Flock

The New Version of Gmail Adds Group Chat

Having three interfaces for Google Talk (the gadget, Gmail and the desktop client) seems to be a challenge for Google because the new features aren't propagated at the same time in all the interfaces. To make the challenge even more interesting, Google added a new interface: an updated Gmail Chat that's only available in the new version of Gmail.
The New Version of Gmail Adds Group Chat

Sto provando ora: molto carino in effetti l'aggiunta delle "faccine" nella parte di chat di Gmail! Interessante anche la possibilità che è stata introdotta di avere "stanze" di chat con più di due utenti. Decisamente questi di Google non stanno con le mani in mano :)

PS. l'interfaccia in italiano putroppo è.. rimasta indietro, almeno per ora. Le nuove features sono accessibili solo selezionando l'inglese (USA) come linguaggio per Gmail...

Blogged with Flock

mercoledì 28 novembre 2007

Segnalo: my next wanted desktop!

I recommend the view of this BumpTop desktop. It is a really inspiring and refreshing revisit on our accepted notions of what a computer desktop environment should look like.

http://www.ted.com/index.php/talks/view/id/131

martedì 27 novembre 2007

GDrive: forse forse arriva...?

Certo poche cose del tanto citato "web2.0" sono così attese come il "famoso" servizio di Google che dovrebbe permettere di archiviare i propri dati e documenti online, di cui si parla da un bel pò di tempo e non si capisce mai quando debba venir fuori: il "mitico" Gdrive, forse (e "forse" è d'obbligo, visto l'elusività della faccenda) sembra stia arrivando.

Google’s long rumored but never delivered online storage product GDrive (code name Platypus) may finally be on its way, according to the Wall Street Journal.
GDrive: The Platypus Awakes; Maybe


Certo che l'attesa non è del tutto immotivata: pensiamo a come Gmail ha influito sulla fruizione del servizio di posta elettronica. Gdrive potrebbe fare lo stesso per i dati e documenti, qualora fosse sufficientemente "spazioso" e facile da utilizzare...

Blogged with Flock

lunedì 26 novembre 2007

Istallando Ubuntu su un vecchio computer..

Taluni mi diranno - forse - che ho riscoperto l'acqua calda. Ok, può anche essere. Però datosi che questo è un blog di impressioni d'uso, di un semplice utente di computer, credo che qui possa essere raccontato.

Orbene, deciso a venire incontro a mia figlia, che lamentava che il suo vecchio pc, un Pentium III a 850 Mhz, con mezzo giga di RAM, si "congela" continuamente quanto usa Win XP, ho pensato bene di provare a metterci anche la nuova Ubuntu 7.10, tanto per vedere se può essere una alternativa davvero praticabile all'onnipresente sistema operativo di Redmond... e se soprattutto permetta di usare questo computer un poco desueto ancora in maniera accettabile.

Perchè proprio Ubuntu? Ho passato un pò di giorni ponderando la questione (amo ponderare accuratemnte queste cose, hanno un effetto rilassante & antistress sul sottoscritto...). Ho preso in esame PCLinuxOS 2007, un poco ho pensato a Fedora, ho scartato openSUSE perchè probabilmente troppo pesante... ho pensato a Kubuntu, Xubuntu, anche Edubuntu. Ho fatto qualche prova "live" con Knoppix, anche. LinuxMint anche aveva problemi al boot. Alla fine ho scartato PCLinuxOS perchè per qualche motivo il live CD si bloccava al boot, Fedora perchè non vedevo chiari vantaggi oltre la bellezza del nuovo tema... essendo utente KDE, ho scartato Kubuntu un poco a malincuore perchè credo sia più "pesante" di Ubuntu con GNOME: proprio GNOME ho pensato fosse più semplice per mia figlia, e dunque mi sono orientato su questo.. anche per provare.

Ho masterizzato la ISO presente sul CD dell'ultimo numero di LinuxPro, ho inserito nel lettore e sono andato avanti. Qualche problema l'ho avuto nella partenza del live CD perchè il video sfarfallava tutto, a qualsiasi risoluzione scegliessi di partire. Alla fine ho scelto "modalità grafica sicura", anche se non sapevo cosa volesse dire: comunque ha funzionato, dopo poco avevo davanti un elegante desktop marroncino e tutto sembrava funzionare..!

Ho fatto due o tre prove, poi ho lanciato l'istaller. Avevo già individuato la partizione da usare, e dunque scegliendo "partizionamento manuale" non ho avuto problemi particolari. Anzi ho avuto modo di osservare la simpatica novità della possibilità di importare i profili e i documenti da windows, per i vari utenti (correttamente riconosciuti dal programma di istallazione), la facilità della procedura stessa, che tra l'altro ha riconosciuto correttamente la partizione windows e le altre vecchie istallazioni linux presenti nei dischi del computer...!

Fatto salvo qualche residuo problemino di grafica (non si vede nulla fino a che il boot non è terminato e arriva la schermata di login), la cosa è andata a buon fine in maniera mirabile. Entrato nel sistema, ho provato a cliccare su un file musicale (vediamo cosa fa! Suona o no??), e il sistema mi ha detto che ci volevano un paio di driver, e se volevo scaricarli. Clicco un paio di volte e fa tutto lui. Ora suona! Ci sono gli aggiornamenti, ugualmente facili da istallare. Firefox funziona e tutto sembra abbastanza responsivo, considerato il computer su cui è istallato.

Già c'e' un buon numero di programmi istallati. E per qualsiasi cosa, c'e' il comodo synaptic per istallare con due click un programma a scelta tra le decimigliaia di programmi belli e pronti...

Mmmm.... a me sembra sempre più praticabile la transisione da window a linux... e soprattutto per computer non nuovissimi, come ho già accennato varie volte, sembra davvero una buona idea.

PS per completezza, va detto che per mia figlia, l'ostacolo maggiore all'adozione di Ubuntu, resta la mancanza del programma di chat di MSN (vuole proprio quello, per via delle faccine e tutto il resto). Mi chiedo, funzionerà con qualche emulatore, tipo wine? Dovrò cercare in qualche forum di Ubuntu, chissà...

giovedì 22 novembre 2007

Cose di ieri...

...Non è davvero incredibile come cose di "appena ieri" sembrino già lontanissime da noi...? ;)

venerdì 16 novembre 2007

opensource mobile platform

Segnalo: http://gigaom.com/2007/11/05/google-launches-mobile-phone-platform-android/

E, per andare alla sorgente: http://code.google.com/android/
e http://www.openhandsetalliance.com/android_overview.html


Si aprono prospetti estremamente interessanti (e per taluni inquietanti) per l'industria del mobile e, sopratutto, per l'utente finale.

giovedì 15 novembre 2007

Microsoft finanzia linux...?

Beh sembrerebbe proprio così: la Microsoft sta spedendo una parte non trascurabile dei suoi proventi nel... finanziare linux e l'open source (e non sto parlando del tanto discusso "patto" con Novell) ! Certo la cosa così sembra paradossale, ma seguite il mio punto di vista.. orbene, non è da poco che molti siti che trattano di linux e argomenti correlati, presentano dei box pubblicitari che sovente sono acquisiti da Microsoft, chiunque navighi un pò per siti come Linuxtoday.com od anche linux.com certamente se ne sarà accorto. Proprio ora vicino ad una review del programma Kile su linux.com campeggiava un ameno box dove si esaltavano le virtù del software Microsoft.Chiaro, ovviamente nei box pubblicitari viene spiegato come mai Windows Server 2003 è scelta assai più conveniente ed oculata di linux, ma su questo non vedo problema: l'azienda fa i suoi interessi e finchè non imbroglia le carte, non si può biasimare più di tanto, no?

Taluni reagiscono "sdegnati" a tali contaminazioni, ma io vedrei la cosa da un altro punto di vista: ormai non pochi siti che trattano di linux hanno una buona parte dei proventi dalle pubblicità Microsoft.. in un certo senso, neanche troppo remoto, si può proprio dire che Microsoft stia finanziando Linux (e la cosa personalmente non può che farmi piacere, da utente del pinguino qual sono ) ... !
;)

giovedì 1 novembre 2007

Arrivato il nuovo Tumblr 3.0, "il tumblelog" si rinnova!

Il fenomeno dei blog, colonna portante del famoso web2.0, ha aperto la porta ad una serie di interessanti variazioni sul tema, come i microblog e i tumblelog, che il sottoscritto ha scoperto solo mooolto di recente (con lo sbarco su twitter e poi la trasmigrazione su Jaiku, e l'apertura del tumblelog "sperimentale" su Tumblr).

Oggi sulla rete di Jaiku (e immagino in molti altri canali telematici) si è parlato e discusso molto della nuova release di Tumblr. molto attesa ed arrivata oggi in "perfetto orario" rispetto agli annunci dell'ormai famoso sito. Le modifiche sono molte e gli appassionati sono già al lavoro sul loro tumblelog per capire a fondo la nuova release... Intanto cercando nel mio Google Reader per un feed con il termine "Tumblr", trovo un articolo approfondito su Read/Write Web:
Tumblr is announcing a number of new features today. We touch briefly on these features in the podcast, but also discuss David's vision for Tumblr. We also discuss how his service is specifically different than two competitors (Twitter and FriendFeed). In this post, I'll quickly cover how Tumblr is different, as well as put the spotlight on the new features being announced for Tumblr.
New Release: Tumblr 3.0 & Interview with Founder on Read/WriteTalk

Blogged with Flock

Novità in GMail: prefetch dei messaggi e miglior usabilità

Insomma questi di Google non si stancano mail di migliorare il loro già eccellente gioiellino che è diventato Gmail? Ora il prefetch dei messaggi. E avendo giocato un poco oggi con la mia casellina di posta, posso dire che è una innovazione tanto ... silenziosa... quanto sbalorditiva: i link corrispondenti ai messaggi si aprono in un lampo, ora.

Gmail con il prefetch: mooooolto più comoda e veloce ;)

dopo aver aumentato lo spazio a disposizione di ogni singolo account è giunto il momento di introdurre alcune novità funzionali. Per il momento solo una piccola aliquota di utenti potranno beneficiare delle novità introdotte, infatti, l'accesso al particolare beta test è al momento assai ridotto.Da quanto riportato su blogoscoped.com, la principale novità riguarda il prefetch dei messaggi: sfruttando tale funzionalità l'apertura delle varie email risulta estremamente più veloce.
Novità in GMail: prefetch dei messaggi e miglior usabilità - Hardware Upgrade - Il sito italiano sulla tecnologia - www.hwupgrade.it

Blogged with Flock

mercoledì 24 ottobre 2007

Gmail ora supporta lo standard IMAP

Non l'ho ancora provato (l'ho appena scoperto da un post sul canale Google di Jaiku) mi sembra comunque un cambiamento di notevolissima portata (come potranno capire tutti quelli che apprezzano lo standard IMAP per la lettura della posta, ben più flessibile ed evoluto del classico ed ancora utilizzatissimo POP3). Il fatto di poter usare IMAP per leggere Gmail consente finalmente di usare un client di propria preferenza (ma io direi Mozilla Thunderbird!!) per leggere la posta, lasciandola sul server e dunque potendo trovare le proprie mail al loro posto, qualsiasi computer si stia usando. Notevole davvero.

Accipicchia. Sarò un fanatico, ma... Ormai non riesco proprio più a trovare una ragione sulla faccia della terra, per non preferire Gmail a qualsiasi altro servizio di posta elettronica, gratuito o a pagamento...! ;)

One of the most requested Gmail features was the addition of IMAP support. POP is nice, but IMAP is a much better option. Among the advantages, you're always connected to the server, more clients can connect to the same account, you can obtain the text from a message without the attachments and the state information is synchronized (you can add labels from the client, read or delete a message and Gmail will synchronize).
Gmail Supports IMAP

Blogged with Flock

sabato 20 ottobre 2007

La piattaforma è il web!

E stavolta mi sa proprio che quelli di Google (come spesso accade...) hanno ragione, hanno proprio ragione: la piattaforma è il web. Magari non ce ne accorgiamo sempre, presi nel sostenere la bellezza del nostro desktop linux o la facilità del nostro windows (e/o viceversa, beninteso...), ma sempre più la diatriba linux-windows-mac perde importanza e "spessore", e avanza spavaldamente (web2.0 e compagnia bella) il vero vincitore il quale - come spesso accade - non era nemmeno tra i partecipanti al citato contenzioso: sissignori, c'e' poco da fare, la piattaforma che vince è... il web!! ;)

The platform wars are over. Long live the Web. That was the basic message delivered by Jeff Huber, Google’s vice president of engineering, in a ten-minute presentation at Web 2.0 a few minutes ago. His talk was nominally about widgets (which Google calls Gadgets). Huber noted that over 100,000 sites have already embedded Google Gadgets, with 63 of them attracting more than one million active users a week.
The Web is the Platform

Blogged with Flock

giovedì 18 ottobre 2007

Kubuntu 7.10 - Gutsy Gibbon è "In Strada"...

... Dunque Gutsy Gibbon è finalmente "On the Streets", e pur nel pieno rispetto della tabella di marcia!!

Il fatto che non vi siano novità "rivoluzionarie" in questa release - lungi dall'essere a mio modesto avviso motivo di biasimo - è invece decisamente incoraggiante, nel senso che ormai si procede, come ben dicono le note di rilascio, verso la progressiva creazione di un "ambiente per desktop sicuro e stabile, sulla strada per divantare il perfetto sistema operativo con KDE". Dunque niente scossoni, la strada essendo ormai tracciata. E mi piace che venga ribadito il fatto che il sistema è costruito "intorno" a KDE: così deve essere, per Kubuntu (sennò la "K" che ci sta a fare?). Dire - come ho letto in rete - che Kubuntu è troppo KDE-centrica, è un controsenso... lo è al massimo, e lo deve essere, poichè - in una miriade di diverse distribuzioni - è questa la sua peculiarità, la sua "impronta" (e la sua "scommessa")... o no? ;)

October 18, 2007 - Kubuntu 7.10 has been released and is available for download now.Kubuntu 7.10 removed the feistiness, becoming the gutsiest release to date. Improved desktop, updated applications and increased usability features are just a few of the surprises with this latest release. The goal for Kubuntu 7.10, codenamed Gutsy Gibbon, was to remove the edge and the feistiness from previous releases and to continue on the creation of a secure and stable desktop environment, on a road to becoming the perfect KDE based operating system. The development team has once again succeeded in reaching their goals, and we are very happy to bring you this new release.
Kubuntu - Kubuntu 7.10 - Gutsy Gibbon On the Streets

Blogged with Flock

mercoledì 17 ottobre 2007

Aspettando K(ubuntu) 7.10..

...Non è carino l'applet qui di fianco con il countdown per l'attesissima uscita della nuova release di una delle distribuzioni linux più popolari del momento? Anche se - d'accordo - l'ho scoperto un poco in ritardo! ;)

Personalmente, piuttosto che Ubuntu "as is", sono decisamente più interessato alla (contemporanea, credo) uscita della gemella Kubuntu, ovvero la Ubuntu con il potente ambiente KDE "a bordo"... Domani dovrebbe essere il giorno del rilascio, sono curioso di vedere, se l'uscita è regolare, quando il gestore di pacchetti segnalerà la possibilità di upgrade... Comunque, per quanto disincantati possiamo essere (e magari un giorno sorriderò di quanto sto per scrivere ora), nessuno conviene con me che è quasi come una piccola festa quando esce una distribuzione così attesa? ;)

martedì 16 ottobre 2007

K Desktop Environment - Annuncio del rilascio di KDE 3.5.8

Più uso KDE più faccio fatica ad adattarmi ad altri desktop environments, Windows o linux che siano... ;)

16 ottobre 2007 (INTERNET). Il progetto KDE annuncia oggi l'immediata disponibilità di KDE 3.5.8, una versione di manutenzione per l'ultima generazione del più avanzato e potente Desktop libero per GNU/Linux e altri UNIX. KDE attualmente supporta 65 lingue e ciò lo rende accessibile a più persone di quanto lo possa fare la maggior parte del software proprietario. Inoltre KDE può essere esteso facilmente per supportare il lavoro proveniente da gruppi che desiderano contribuire nel progetto Open Source.
K Desktop Environment - Annuncio del rilascio di KDE 3.5.8

Blogged with Flock

sabato 13 ottobre 2007

Arrivato Google Desktop for Linux 1.1 Beta

Ottime notizie per gli utentu linux affezionati a Google Desktop: è arrivata la nuova release! Lodevole l'attenzione di Google verso gli utenti linux (e c'e' da dire che nonostante programmi di desktop search per linux ve ne siano parecchi, non ne ho ancora visto uno che presenta i risultati delle ricerche in formato più leggibile e comodo di questo software di Google...)

When we released the first version of Google Desktop for Linux this past June, we signaled a commitment to the Linux community: to develop for the platform and to support our Linux users. Since then, we have been hard at work to improve and refine our product. Today, we'd like to share what we've created by releasing Google Desktop for Linux 1.1 Beta.
Inside Google Desktop: Google Desktop for Linux 1.1 Beta

Blogged with Flock

venerdì 12 ottobre 2007

Google e Pavarotti...

Non me ne ero ancora accorto, ma oggi Google rende omaggio al giorno di nascita di un nostro connazionale, Luciano Pavarotti...

.. carino però ;)

Kubuntu 7.10 RC

Manca poco alla release ufficiale di uno dei miei sistemi operativi preferiti....... ;)
Thu, 11 Oct 2007 The Release Candidate of Kubuntu 7.10 is now available. Developers will be pleased to find packages of Qyoto C# and Jambi Java bidnings for Qt in universe. Download now or upgrade from 7.04.
Kubuntu - The KDE Desktop

Blogged with Flock

giovedì 11 ottobre 2007

Twitter introduce il tracking via SMS...

Molto interessante, la possibilità di Twitter di interagire attraverso semplici messaggi di testo, via cellulare... Personalmente, mi sono iscritto oggi a Twitter e lo trovo divertente e assai semplice da usare.

La cosa  che ho molto apprezzato, tra tante, è quella di poter interagire mandando post e comandi attraverso semplici messaggi su sistemi di IM quali Google Talk... Basta qualche minuto di pratica e si capisce quanto sia comodo usare gli istant messages al posto del passaggio sul proprio sito Twitter: in tal modo diventa veramente affascinante l'immediatezza con la quale si può interagire con il sistema (se uno è al computer, altrimenti può usare gli SMS)

What if you were attending an event and wanted to know who else was there?Today we're releasing a tiny feature to do just that, and we're calling it "Track." If you've set up your phone or IM on Twitter, you can send a command like:track NYCWhen someone (anyone who updates in public) mentions "NYC," you'll get it on your device in real-time. From there you can send "whois username" to find out more about that person, or "follow username" to follow his or her updates.
Twitter Blog: Tracking Twitter

Blogged with Flock

venerdì 5 ottobre 2007

Repositorio pacchetti di PCLinuxOS... ottopiù!

Avendo istallato sul desktop PcLinuxOS 2007 e sul portatile Kubuntu 7.04, accade che ogni tanto mi diverta a confrontare il numero ed il tipo di pacchetti presenti nei repository "standard" delle due distribuzioni.. ebbene, devo dire che - a fronte di un numero di pacchetti sensibilmente minore (a me risultano 6958 pacchetti per PcLinuxOS e 21373 per Kubuntu, mentre scrivo...) - è il repository di PcLinuxOS a darmi spesso delle gradite sorprese!

Un esempio di oggi, è il programma di desktop search chiamato Strigi, che se ho ben compreso sta entrando a far parte della collezione di programmi di defalult del prossimo KDE4. Non lo conoscevo fino a qualche giorno fa, quando leggendo le specifiche della prossima versione di Kubuntu (la 7.10, in uscita ormai a giorni), ho trovato menzione di questo programma. Synaptic su PcLinuxOS ha subito trovato (e permesso di istallare) il pacchetto...
Complimenti dunque ai curatori dei pacchetti di questa distribuzione, secondo me proprio i pacchetti disponibili sono un ben punto di forza di PcLinuxOS...!

Strigi è presente anche nel repository di Kubuntu (in un primo momento non mi sembrava di trovarlo, ma c'è), ma altri pacchetti "noti" come Google Desktop e Google Earth che PcLinuxOS ha disponibili, non mi pare vi siano "di default" per le Ubuntu (non dico che non si possono istallare, naturalmente, ma qui mi riferisco solo ai repository "standard" delle distro).

Complessivamente, mi pare che l'attenzione degli sviluppatori di PCLinuxOS verso un ambiente "desktop" completo, abbia pochi rivali, al momento...

Blogged with Flock

mercoledì 3 ottobre 2007

Zoho Blogs » Introducing Zoho Database & Reports

Eccoqui, un altra bella mossa di Zoho.. Zoho Database & Reports... beh, ci mancava solo questa, alla suite Office Online di Zoho!

Dall'annuncio sul blog di Zoho, sembra ce Zoho Database arrivi con delle caratteristiche davvero interessanti, tra le quali credo sia davvero appetibile, soprattutto per chi utilizza o ha utilizzato già dei database, quella di poter eseguire queries in linguaggio SQL sui dati caricati.

Peccato solo che - mi pare - non sia possibile anche caricare i dati stessi con queries SQL, avrebbe reso molto comoda l'importazione da tools quali - ad esempio - phpMySQL o backups stessi di database MySQL... ma chissà che magari, un domani... ;)


Today, we are launching a new addition to the Zoho Suite - Zoho DB & Reports - An Online Database & Reporting Application.zdb.pngZoho DB comes with a simple spreadsheet like user interface. You can create online databases and analyze your data using different views and charting tools. You can start by creating a database from an existing XLS/CSV/TSV files or by creating blank database. Once you have the data in the database, you can create different views and do visual analysis on the data in your database.
Zoho Blogs » Introducing Zoho Database & Reports

Blogged with Flock

Google Reader in italiano...

In effetti, devo dire che Google Reader sta diventando, per il sottoscritto, uno dei servizi Google quasi indispensabile come Gmail stesso, sopratutto da quando è stata inserita la utilissima (e tanto attesa) possibilità di ricerca nei feed, davvero molto utile per trovare rapidamente articoli relativi ad un dato argomento, in caso si seguano un congruo numero di feed... Ben venga dunque l'interfaccia nel nostro natio linguaggio !! ;)

Per quanto riguarda gli aggregatori di feed online, comunque, non mi pare vi siano al momento concorrenti davvero competitivi con Google Reader, per quanto concerne la comodità e praticità d'uso; il "competitore" spesso citato, in questi casi, è classicamente Bloglines,  che comunque sta passando attreverso diversi miglioramenti, forse proprio per non perdere il terreno rispetto al lettore di Google...

Siamo lieti di annunciare che è disponibile per tutti i nostri utenti il nuovo Google Reader in italiano! Potrete ora ricevere gli aggiornamenti dei vostri blog e siti preferiti con più facilità. Invece di dover visitare ogni sito singolarmente, tutti gli aggiornamenti vi arriveranno attraverso Google Reader. E tutto questo con una nuovissima interfaccia in italiano! :)
Google Italia Blog

Blogged with Flock

venerdì 28 settembre 2007

Il nono compleanno di Google...

Piaccia o non piaccia - sia visto con ammirazione o temuto come una sorta di "grande fratello - comunque è innegabile che allo stato attuale dello sviluppo di Internet, Google con i suoi servizi e il suo motore di ricerca, ne rappresenti una "porzione" considerevole (tanto che "hai cercato con Google?" è una frase ormai consueta, almeno tra chi bazzica un poco internet)... è dunque interessante, in occasione del suo "compleanno", percorrere la sua storia, perchè è comunque fortemente legata alla storia stessa della grande rete...

"Google opened its doors in September 1998. The exact date when we celebrate our birthday has moved around over the years, depending on when people feel like having cake," says Google's help center. You can read more about it directly from Google. In the recent years, Google's birthday has been celebrated on September 27th with a doodle displayed on the homepage. Happy birthday, Google!
Google's 9th Birthday

Blogged with Flock

giovedì 27 settembre 2007

Ormai quasi in arrivo la Kubuntu 7.10 ...

Essendo da un pò di mesi, ormai, la kubuntu la distribuzione che uso di più, sono piuttosto eccitato dall'avvicinarsi della nuova e attesa release 7.10, e oggi mi sto guardando la pagina della beta appena uscita per capire le varie novità (non sono ancora il tipo da istallarmi una beta, aspetto che arrivi la versione definitiva, anche perchè con il computer ci devo lavorare, e non posso stare troppo tempo a smanettare su linux - anche se per passione lo farei pure !)

Mi pare siano diverse le cose interessanti, da Dolphin quale file manager principale, alla gestione più facile dei "Restricted Drivers Manager", passando per il motore di ricerca desktop "Strigi", per non dimenticare (per me ottima cosa, essendo utente KDE... con prole!), l'arrivo della versione di Edubuntu con KDE... poi Amarok nuovo nuovo (e quale player multimediale migliore, volete mettere ??), il buon Koffice (che fa sempre il suo onesto lavoro)...

Insomma mi pare - anche se non ci sono  magari novità pazzesche - che questa 7.10 abbia tutto quanto serve per essere usabile come e più della precedente. E ciò è davvero ottimo :)

GutsyGibbon/Beta/Kubuntu - Ubuntu Wiki:
Some of the things you can look forward to is better power management, desktop installation improvements, better data migration, and plenty of fixes to the K Desktop Environment. One thing you might be able to look forward to is the possibility of packages created in time for release, the new KDE 4 desktop. However, KDE 4 will not be the default desktop environment for Kubuntu 7.10, but you can guarantee the development team will work hard to bring you installable packages as soon as they possibly can.

Nuova organizzazione per Thunderbird

In bocca al lupo per il nuovo assetto organizzativo del client di posta Open Source Thunderbird! Spero che il fatto che abbia una organizzazione sua propria aiuti a concentrare l'interesse degli sviluppatori su tale software, che comunque, a mio avviso, si configura come uno dei programmi di posta più interessanti e piacevoli da usare (a parer mio, superiore per esempio a Windows Mail, il client presente in Windows Vista)


Mozilla has made its decision and will be spinning off Thunderbird into a new organization. Back in August, we covered a discussion about the future of the Thunderbird project, which was spawned by a series of postings in the blog of Mitchell Baker, CEO of Mozilla Corp. At that time, it was recognized that Thunderbird was suffering from a lack of attention, mostly because of an intense focus on Firefox. This week, Baker announced that the results of that discussion were to start a new for-profit company to nurture Thunderbird.
LWN.net Weekly Edition for September 20, 2007 [LWN.net]

Blogged with Flock

Smontare la chiavetta?

"Ok, le foto sono nella chiavetta", stavo dicendo ieri sera.
"Aspetta, non la posso staccare così..." e mentre Paola stava cercando l'iconcina "Rimozione sicura dell'hardware", ho detto la frase incomprensibile:
"Non serve, adesso la smonto...(e aprendo konsole) sudo umount /media/....".

Infatti, non era Windows, ma Kubuntu 7.04.

Paola e la sua collega si sono guardate un momento con aria interrogativa. Capii che mi guardavano quiete come uno che faceva cose semi-incomprensibili, ma funzionanti...

Ho compreso una piccola cosa:
"Smonto" la chiavetta USB, non è affatto un "patrimonio culturale" comune, per così dire.. ;)

martedì 18 settembre 2007

Windows VISTA AERO vs Linux Ubuntu Beryl

Certo, il sottoscritto è davvero arrivato.. buon ultimo, nello scoprire la quantità di video dedicati ai sistemi operativi presenti su Youtube...! Ciò detto, ho apprezzato particolarmente questo video che confronta il desktop 3D di Vista con una istallazione Ubuntu con Beryl: bene, posto che Vista è senz'altro gradevole, mi pare che a Ubuntu/Beryl non manchi davvero nulla...

lunedì 17 settembre 2007

Auguri Linux !

l 17 Settembre del 1991 Linus Torvalds uploadava in Internet la versione 0.01 del Kernel Linux, rendendo il codice sorgente liberamente scaricabile da chiunque fosse interessato a migliorarlo
armanz-world » Auguri Linux .

Beh di strada se ne è fatta, da allora... Chiamatemi "romantico", ma questa cosa di un sistema al cui sviluppo può collaborare chiunque, che si può scaricare e copiare (e modificare) senza infrangere alcuna legge... beh a me questa mi sta simpatica.Insomma,  cose come linux e wikipedia forse possono dimostrare quanto anche l'entusiasmo e la passione abbiano un ruolo, e soprattutto capacità e potenzialità per  "costruire" qualcosa che rimane...

Auguri linux, dunque!! ;)

Blogged with Flock

Vista, Kubuntu e linux sul desktop


splashscreen digikam 01
Inserito originariamente da trebol-a
Mah. Sarò di parte. Ma ieri ho avuto ancora la percezione che forse linux su desktop comincia ad essere, davvero, una prospettiva ragionevole. Soprattutto quando l'alternativa è Vista. Certo, XP ha molte limitazioni, anche sul piano della sicurezza, però è un sistema ampiamente collaudato, su cui praticamente qualsiasi cosa attacchi, essa (di norma) funziona. Non si può dire lo stesso per il suo successore, almeno secondo la mia esperienza.

Per buona parte della giornata, con mio figlio Andrea, abbiamo lottato con driver che non vanno a dovere, con software che fa le bizze anche se non dovrebbe, con Vista che ogni volta che fa il boot non si sa se vede la scheda grafica o no (al momento, la cosa appare alquanto casuale)...

Ieri sera ho fatto il boot con Kubuntu, per vedere se riuscivo a caricare delle foto dalla camera su flickr. Ho configurato digikam, ho istallato kflickr con un semplice "apt-get install kflickr". Ho inserito la memoria flash nell'alloggiamento apposito: kubuntu l'ha vista subito, Vista (scusate il bisticcio) non la trova.... Ho scelto le foto e caricate su flickr, tutto liscio e veloce...

Certo non va sempre tutto così bene. Però la percezione che quasi quasi "ci siamo", quella direi che comincia a prendere forma...

giovedì 13 settembre 2007

Linux... più bianco di windows?


Linux
Inserito originariamente da acabelt
Dopotutto, passare un pò di tempo girando per le foto di flickr, non è sempre tempo disperso!

Finalmente ho trovato l'argomento (oserei dire) "conclusivo" nella diatriba annosa tra i sostenitori di Windows e quelli di Linux. Cioè, ho finalmente il motivo per cui linux è MIGLIORE. Ed è inoppugnabile: inutile stare a dire.. è più sicuro, non ha praticamente virus, si istalla anche sui vecchi computer, è flessibile, etc.

No, ragazzi miei. Sono argomenti che possono essere tutti ripresi e contestati, dai seguagi del sistema operativo di Redmond. Tutti meno questo, che ho appunto appena scoperto: linux è migliore perchè... "lava più bianco!" .. ;)

martedì 11 settembre 2007

OpenOffice.org Writer vs. Microsoft Word

Linux.com ospita oggi un interessante articolo ove si confrontano i due popolari programmi di Word Processing MS Words e Openoffice.org, il suo antagonista open-source . Il confronto è piuttosto dettagliato ed instruttivo, direi. Per essere precisi questo è il terzo round, e gli altri due confronti sono stati fatti nel 2002 e nel 2005: in tal modo si ha una percezione dell'evoluzione dei rispettivi software.

Dal confronto Openoffice.org emerge complessivamente come vincitore; peraltro l'autore dell'articolo avverte come la situazione potrebbe anche modificarsi presto: difatti, in molte "categorie" del confronto, l'attribuzione del "vincitore" non è stata facile come nelle edizioni precedenti...

As in the previous two comparisons, Writer emerged as the winner in the majority of categories. However, in many categories, the decision is not as obvious as in previous comparisons. For the first time in several releases, Word's designers seem to be making significant changes. These changes are not always successful -- in fact, the reordering of menus into ribbons might be seen by the cynical as an attempt to hide some long-term embarrassments, such as the ongoing problems with master documents. But at least the effort is being made. Writer, by contrast, seems to be standing still, and some of its problems -- notably, cross-references -- are almost as long-neglected as some of Word's.
Linux.com :: Office software shootout: OpenOffice.org Writer vs. Micosoft Word, round three


E visto come procede velocemente il fenomeno dell'office online, è facile prevedere che magari già il prossimo confronto, includa prodotti come Zoho Writer ed anche Google Docs...

Blogged with Flock

giovedì 6 settembre 2007

Google Reader aggiunge la ricerca

Già ero molto contento di Google Reader, come lettore di feed online. Mancava questa cosa qui, di poter cercare nella (magari) miriadi di feeds a cui si è iscritti, in modo da poter trovare velocemente i riferimenti ad un dato articolo o notizia.

Direi che con questa aggiunta, il lettore di feeds di Google diventa un'alternativa di tutto valore ai vari software installabili, che facciano lo stesso lavoro. Con il vantaggio, come applicazione web, di essere accessibile ovunque e da qualsiasi computer.


As mentioned in the previous post, Google Reader is now mature. But how could it mature be without having a search feature? The wait is over: Google Reader finally added search.
Google Reader Adds Search





E non solo: ci sono una serie di altri piccoli miglioramenti, come viene riportato nel blog ufficiale del programma:



Along for the ride in the search release are a few other Reader tweaks. You can now hide the side navigation by clicking on the separator to its right. Unread counts now go to 1,000, so that you can know just how far behind you are when you come back from vacation. Finally, Reader now behaves like every other web page and lets you use the forward and back buttons to move between folders and subscriptions that you've navigated to.
Official Google Reader Blog: "We found it!"


Si può fare ancora a meno di Google? Sempre più difficile...! ;)

Blogged with Flock

mercoledì 5 settembre 2007

Vista punta al futuro!!

Esatto. Punta al futuro! Come ho fatto a non capirlo?

Difatti, al presente, un po' mi irrita.

E dirò: provo ad istallare i driver della stampante.. errore "misterioso" dopo 20 min di istallazione. Boh sarà il software HP ad essere bacato. Eppure è "targato" per Vista. Boh.
Mo ci ho 'sta stampante/scanner nuova nuova (HP Deskjet F370). Me la guardo: molto bella.... Stampare, per ora, direi di no.

Il programma del lettore mp3/ogg Samsung (dice, compatibile Vista), per gestire la collezione di musica, va in errore, non si istalla. Boh (again). Sarà il mio pc?

Con XP le istallazioni mi funzionavano sempre. Cavolo. E' come avere linux senza averne i vantaggi, in un certo senso. Compro una chiavetta per provare il famoso "ready boost" per usare la memoria flash come memoria di sistema (visto che 1GB gli sta stretto, datosi che si prende la metà esattamente per stare acceso e basta). Dopo due ore di ricerche, mi dice che non trova i driver. Ma come, una normalissima chiave USB?

RI-COMPRO una chiavetta (altri soldi), in cui c'e' scritto chiaro "Vista compatibile". Lo stesso, due ore di scatarramenti, e non trova ancora il driver. Due chiavette per nulla. Accipicchiolina.

Ho provato ad inserire una card nel lettore (di card), per ora mi pare che non la trova. Riproverò. Magari sarò più fortunato...

Però si arrabbia perchè dice che Windows Defender non è aggiornato. OK, lancio l'aggiornamento. E sò due ore che sta cercando le "definizioni", non si schioda.

In compenso, la sospensione funziona (ogni tanto, quando gli va). Per spegnere scatarra mezz'ora, poi alla fine si decide. Boh (again and again).

Beh scusate lo sfogo. Magari è la mia istallazione e tutto ciò non vuol dire nulla.

O magari, Vista è davvero per il futuro......... ;)

venerdì 24 agosto 2007

Il compleanno di Windows 95...

Scopro dalla wikipedia che oggi è il compleanno del sistema Windows 95.
A pensarci, bisogna comunque riconoscere come anche i più moderni desktop, da Windows Vista alle ultime versioni degli ambienti per linux KDE e Gnome, molto continuano ad ispirarsi alla "struttura di base" di tale sistema: tipo la barra delle applicazioni (anche se non era originaria di Windows, è stato per suo tramite che è arrivata al grande pubblico...).

Impressionante - per gli standard di oggi - riscoprire che poteva funzionare con 4 Mbyte di RAM soltanto. Bisognerebbe forse (ri)dirlo a Vista che invece di RAM ne chiede, mi pare, decisamente molta...

Come curiosità, ignoravo che il suono di inizio fosse stato composto nientemeno che da Brian Eno.

Windows 95 - Wikipedia:
Windows 95, invece, poteva funzionare (anche se con difficoltà) su 80386 con soli 4 MByte di memoria RAM, quindi su computer di fascia più bassa rispetto a quelli su cui funzionava NT . Questa fu la carta vincente che permise a Windows 95 di essere un successo commerciale ed anche il primo vero sistema operativo a 32 bit "di massa",..

I consigli di una "Mamma Digitale"...

Molto carino quello che scrive la "Mamma Digitale" sul blog Google di Gmail (e già nel nick ci sarebbe tanto da ragionare sulle intersezioni e le interferenze - a volte costruttive, altre volte meno - tra la tecnologia e i ruoli familiari, volendo...!). L'ho letto in effetti con un sorriso, perchè la situazione che descrive ha diversi punti di contatto con quella del sottoscritto. Anch'io - tra il lavoro e i quattro bimbi (anche se non ho gemelli, come la Digital Mom) - fatico a volte a "tenermi in sincronia" con la mia sposa, anche per me succede spesso che passino diversi giorni senza che si riesca davvero a chiedere "come stai"... e devo dire che in più di una occasione, il "contatto informatico" è stato di aiuto!

E perchè no, dopotutto? Certe volte anche un piccolo messaggino, raggiunge lo scopo, che poi è quello semplicemente di dire all'altra persona "ti penso, sei importante, voglio aver cura di te..."
:)


Official Gmail Blog. Tips from a Digital Mom:
Without further ado, here's my first "Digital Mom" tip: keeping in sync with your spouse.

Sometimes when you get home from work and the kids are hollering about dinner, babies needing a change, and you just have time to kick off your shoes and throw something in the microwave, you don't really get a chance to talk to your spouse. In my case, with twins and a 3-year old, it can be days before I actually get a chance to ask him how he's feeling or what he's been doing. That's where Gmail chat comes in. Both my husband and I are on Gmail (his company uses it as a part of Google Apps and, of course, so does mine). So even if I fall asleep within minutes of wrestling my son into bed, at least my husband has already heard about how I'm feeling throughout the day. With a little :-) and a little <3, it's a wonderful way for us to stay connected.

mercoledì 22 agosto 2007

Se Google Earth guarda in alto...

Molto interessante la novità di Google Earth, come appare oggi sul blog del famoso programma. Da ora infatti si può osservare, non solo il nostro pianeta, ma anche ... il cielo sopra di esso! Gli screenshot presentati dal team sembrano decisamente "appetitosi": anche la consistenza del database su cui si appoggia il programma sembra di tutto rispetto: 100 milioni di singole stelle e 200 milioni di galassie! Dietro tali numeri c'e' un bel pò di scienza (e strumentazione) importante: dalla Sloan Digital Sky Survey, al Palomar Observatory at the California Institute of Technology, non trascurando ovviamente l' Hubble Telescope.

Un altro bell'esempio di come alla fine (e meno male) la scienza e i suoi risultati possono venire fruiti da un pubblico ben più largo della ristretta cerchia degli "esperti"...!



Credits: Google Lat Long Blog



Today, I'm excited to announce we are launching Sky in Google Earth. You can now explore the universe from the comfort of your chair. Zoom in to distant galaxies hundreds of millions of light years away, explore the constellations, see the planets in motion, witness a supernova explosion; it's like having a giant, virtual telescope at your command -- your own personal planetarium!
Google LatLong: Sky: The final frontier

Blogged with Flock

giovedì 9 agosto 2007

Introducing Zoho Viewer

Questo nuovo servizio del team di Zoho mi pare un piccolo gioellino, tanto semplice quanto utile... invece di mandare documenti in allegato, appesantendo i messaggi di posta, sfruttando Zoho Viewer si possono caricare - in maniera molto rapida (non serve neanche registrarsi) - in uno spazio web, in modo da inviare solamente il corrispondente link. In tal modo si possono anche guardare direttamente online, oltrechè naturalmente scaricarli.

La privacy dovrebbe essere assicurata, perchè l'indirizzo generato per i documenti contiene una stringa casuale, di modochè solo chi conosce l'indirizzo può effettivamente caricare il documento stesso (il team dice che i documenti non vengono indicizzati da motori di ricerca)

We are glad to announce a new addition to Zoho apps - Zoho Viewer - an easy way to share and view documents.You need not be a Zoho user to use Zoho Viewer. Just upload any of the supported document formats to view the document. The URL you get in your address bar will be the permalink to that document and can now share this document with other users. You can email the link to this document using the ‘Share’ option
Zoho Blogs

Blogged with Flock

mercoledì 8 agosto 2007

Open Source Musings...

Mi sembra che contenga delle interessanti considerazioni, questo post di John Graham, sull'Open Source e sulla sua (vera o presunta) "duttilità" ...

Code doesn’t just want to be free. It wants to be miscellaneous.So, what’s that supposed to mean? I’m only going to make a few suggestions here, as I best understand it at the moment, and leave the implications to more study and discussion of Weinberger’s book.(...)
Information is allowed be an unstructured, unordered, teaming mass with rich associations. Consumers of this information take slices configured according to their wishes, and in the process both create additional information and associations.

I wonder if open source can get to this miscellaneous state?
Open Source Musings

Blogged with Flock

PCLinuxOS vs. Ubuntu... uso della ram?

Premetto che non vuole essere una dimostrazione di nulla, perchè il test è tutto tranne che "rigoroso". Fatta salva questa doverosa premessa, registro con curiosità il fatto che mi sembra che PCLinuxOS sia davvero parca nell'uso della RAM: ho provato a lanciare il comando free nel mio sistema dual-boot con Ubuntu 7.04 e PCLinuxOS 2007, senza "particolari" programmi attivi, e quello che trovo è:


Ubuntu 7.04

$ free
total used free shared buffers cached
Mem: 775736 452668 323068 0 51968 236964
-/+ buffers/cache: 163736 612000
Swap: 506008 0 506008



PCLinuxOS 2007

$ free
total used free shared buffers cached
Mem: 775892 177108 598784 0 8796 110272
-/+ buffers/cache: 58040 717852
Swap: 506008 0 506008



Certo bisognerebbe vedere bene quali sono i servizi attivi al boot dei rispettivi sistemi.
Però anche così mi pare abbastanza indicativo... oppure no?



martedì 7 agosto 2007

Da Win2000 a PCLinuxOS 2007....

Ieri mi sono deciso finalmente, ho "dismesso" il buon vecchio Windows2000 Professional dalla partizione del mio computer al lavoro, dato che ormai non lo usavo più da una buona pezza, e ho istallato PCLinuxOS 2007. Mi sono innamorato di questa distribuzione, che malgrado non abbia una completa localizzazione in italiano, presenta davvero diversi motivi di interesse, tra i quali (cito un poco a caso):
  • parte in modalità live, e in caso si voglia mettere sul disco rigido, è di semplicissima istallazione
  • mi sembra saggiamente parca nell'uso delle risorse...
  • ha un Control Center direi quasi leggendario... derivato dalla Mandrake/Mandriva ma forse ora anche migliore (e non è un "elefante" per il PC come il buon Yast della OpenSuse)
  • ...ha KDE (che volete, a me Gnome non mi riesce ad appassionare......), con SuperKaramba già bello pronto per l'uso
  • Out of the box - come si dice - ha la capacità di suonare file mp3 e ascoltare stream online (ho scoperto con piacere che la mia radio Last.fm funzionava fin da subito!), mentre anche con una buona distribuzione come Kubuntu c'e' bisogno di istallare qualche pacchetto perchè questo avvenga...
  • mi pare anche elegante (il che non guasta mica..)
  • piccole cose, ma apprezzabili: ad esempio è configurato già in partenza per leggere file PDF dentro il browser, nei repository (già predisposti) ci sono anche pacchetti davvero nuovi come Google Desktop...
  • Ha una buona community alle spalle, e poi trovo simpatica ed utile l'iniziativa del PCLinuxOS Magazine
Insomma ci sto giocando un pò con soddisfazione. Ripensavo ieri al mio tragitto nel valutare le distribuzioni nel tempo... si potrebbe metter così: prima pensavo Ok la Mandrake è senz'altro la migliore, inutile cercare altro. Poi ho scoperto la openSUSE (e ho pensato pure "inutile cercare altro"). Dopodichè ho capitolato verso la Kubuntu (e ho pensato fino a ieri...). Ora c'e' questa PCLinuxOS... certo non mollo Kubuntu, però però... :-)

Tra l'altro, ho realizzato che - nonostante siano anni ormai che uso linux - solo ieri ho fatto il grande passo su un computer... ovvero fare a meno di Windows del tutto, levandolo dal disco. Ora, non lo dico con enfasi, non è una priorità "morale" disfarsi di Windows oppure no (non ho nulla contro chi lo usa - anch'io lo uso ogni tanto su altri PC), lo registro solo come una curiosità...

lunedì 6 agosto 2007

Google Docs, appunti di uso...

Potenza del software online... Sto usando Google Docs per la stesura di un resoconto scientifico, che negli ultimi giorni mi è risultato piuttosto complesso, in termini di necessità di revisioni e di riletture, per arrivare all'agognato risultato..! Beh la cosa (per me) sorprente, è la scoperta che Google, come fedele segugio, mi è venuto appresso conservandomi tutte le singole modifiche che ho apportato via via al mio documento.

Certo non dico cose che non siano ormai note. Siamo tutti d'accordo. Però fa un certo effetto, almeno per chi ancora non è completamente avvezzo al web2.0, cliccare sul tastino Revisioni in alto a sinistra dentro la pagina dei documenti, per avere immediato accesso, in questo caso, ad ognuna delle quasi trecentocinquanta forme in cui il documento è stato salvato, con le modifiche relative in bella evidenza... ;)

mercoledì 1 agosto 2007

Buon senso e la nuova licenza GPLv3

Ho comprato ieri pomeriggio il fascicolo di Linux & Co. (la prima rivista linux che ho conosciuto, ormai diversi anni fa, e ancora una delle più interessanti). Mi ha sorpreso "visivamente" la lunghezza dell'editoriale, ma poi ancor di più (assai positivamente) la lettura del pezzo, che trovo coraggioso ed insieme pieno di buon senso e di ragionamento (giustamente) critico ed attento -- laddove da diverse altre fonti "cartacee" ed "elettroniche" - questo è clamorosamente mancato, lasciando lo spazio ad acritiche lodi e disquisizioni blande sull'importanza della nuova licenza GPLv3...

Finalmente si va oltre l'arido schematismo "buoni" (FSF, Stallman..) e "cattivi" (Microsoft e chi eventualmente stringe accordi con questa [tipo Novell].. etc..) e si scava un bel pò più in profondità, a tutto vantaggio della comprensione delle cose.Grazie a Patrizio Tassone, davvero!

venerdì 27 luglio 2007

Open Source at Microsoft...

Mi pare un buon segnale il fatto che Microsoft apra un sito dedicato all'Open Source, dopotutto.... che i due mondi non siano a compartimenti stagni ma vi possano essere interazioni e "contaminazioni", in un senso e nell'altro, a me sembra una cosa conveniente per gli utenti, che è quello che importa davvero, in fondo.

Open Source at Microsoft:
When the Open Source Software Lab at Microsoft reached out to Mozilla last summer, the lab offered support in getting Firefox and Thunderbird running on Windows Vista. A year later, the relationship with Mozilla has resulted in a number of beneficial changes at both firms, including a new Windows Media Player Plugin for the open source browser...

giovedì 26 luglio 2007

Linux: poesia nella documentazione del kernel ?

Davvero curiosa questa disputa sulla quantità di poesia presente nella documentazione del kernel di linux... La cosa sembra seria (!), fino alla "denuncia" di una infezione poetica che distorcerebbe la direzione (di sviluppo) del kernel... e chi pensava che la poesia fosse anni luce lontano dalla programmazione al computer, dovrà proprio ricredersi, stavolta ! ;-)

Andrew Morton noted that he would consider the documentation patches for inclusion in the 2.6.23 kernel, to which Rusty replied, "indeed, no code changes, and I feel strongly that it should go into 2.6.23 because it's *fun*. And (as often complained) there's not enough poetry in the kernel." Linus Torvalds quipped, "there's a reason for that," going on to rhyme, "there once was a lad from Braidwood, with a wife and a hatred for FUD, he hacked kernels for fun, couldn't get them to run, but he always felt that he should." He added, "so when you say 'there's not enough poetry', next time you'll know why. You *really* don't want want poetry." This led to numerous additional poetic submissions about which Rusty noted, "there was a poetic infection, which distorted the kernel's direction, the code got no time, as they all tried to rhyme, and it shipped needing lots of correction."
Linux: Poetry in Documentation | KernelTrap

Blogged with Flock

mercoledì 25 luglio 2007

Prime prove con eyeos


Prime prove con eyeos
Inserito originariamente da mcastellani
(Si potrebbe dire: continua dal post precedente...)

Una prova che ancora non avevo mai fatto: un browser dentro un browser! Ovvero, il browser del sistema operativo EyeOS che mostra questo blog... il tutto caricato dentro Firefox su una normale sessione windows...

Ma tu guarda, quel che ti fa fare il caldo, meglio spegnere ed andare a dormire forse ;)


Carino però...


P.S. mi accorgo ora che c'e' anche chi... ha fatto (diciamo) di peggio... :-)

martedì 24 luglio 2007

eyeOS: un sistema operativo nel web...

Non conoscevo eyeOS (anche in italiano), ma devo dire che è davvero interessante... la direzione è ormai quella, avere un sistema operativo interamente basato su web, sta diventando sempre più "concreto" (avere singole applicazioni tipo "ufficio" basate sul web, come Zoho o Google Docs, ormai possiamo dire sia una realtà consolidata). EyeOS gira tutto dentro un comune browser (la versione che gira sul loro server, permette di creare un account for free senza dover scaricare nulla) e mette a disposizione un desktop che - sebbene in qualche misura semplificato rispetto ad un "vero" desktop di computer - permette già di ... stupirsi (!), per questo ambiente virtuale con cartelle, editor, giochi perfino, in cui potersi collegare e lavorare con qualunque computer si stia usando, in qualsiasi luogo ! Devo dire che trovare un desktop dentro Firefox è una cosa suggestiva, davvero... ;)

Portable applications can come in handy when you are on the move, but there are situations when using them is not an option. For instance, before you connect an external hard disk or a USB stick to a public computer, you have to ask permission. More importantly, even if you get permission, you can never be sure what kind of nasty viruses and malware you will be getting on your storage device. But why bother with portable applications at all when you can have your very own Web-based operating system bundled with a few essential applications? That's the promise of eyeOS -- an impressive and surprisingly useful open source Web-based OS.
Linux.com :: eyeOS: A genuine Web OS

Blogged with Flock

lunedì 23 luglio 2007

Opensuse news...


Bella iniziativa quella del team di Opensuse, di aprire una pagina con la lista delle novità riguardanti la distribuzione: nella pagina http://news.opensuse.org si può seguire in maniera efficace l'evolversi del progetto nel suo insieme, senza perdersi tra documentazione ed altre informazioni magari non sempre necessarie ... ottimo davvero ! ;)

venerdì 20 luglio 2007

Altra versione di "test" per Kubuntu, la Tribe 3

Devo dire che ormai mi sono abituato a lavorare con la distribuzione linux Kubuntu,e mi ci trovo pure bene, tanto che ho un pò smesso di andare ad analizzare tutte le nuove release delle altre distribuzioni che escono via via (apparte alcune che "resistono" tra le mie preferite, come PCLinuxOS) ;)

Trovo invece ora più interesse nel seguire i progressi del team di sviluppo e vedere che pian piano vengono implementate nuove funzionalità, soprattutto per l'ambiente desktop. Ad esempio, nella nuova release di testing, chiamata Tribe 3, mi piace molto l'introduzione di un programmino per la ricerca di documenti nel proprio disco rigido, sul tipo (per capirci) di Google Desktop, recentemente disponibile anche per linux ... anche se per ora pare abbia problemi di instabilità, sembra molto interessante, in quanto (come dicono nelle note di rilascio di Tribe 3) promette di essere molto veloce nell'indicizzare documenti e "assorbire" poca memoria... aspettiamo e vedremo! ;)

Strigi is a small, fast indexing crawler used to search directories and files on your system similar to that of Beagle, Tracker or Google Desktop. Strigi is now installed by default. You can access it through the strigi:/ address in Konqueror or by adding the Kicker applet to your panel. Some of the features of Strigi include: * very fast crawling * very small memory footprint * no hammering of the system * pluggable backend * and much more...
GutsyGibbon/Tribe3/Kubuntu - Ubuntu Wiki

giovedì 19 luglio 2007

La differenza tra "documenti" e "documenti-web" ...

Trovo un post molto interessante sul blog di zoho.com (una suite di programmi di "office online"), riguardo le differenze tra i classici "documenti" (quelli che si creano e si modificano sul disco rigido del proprio computer) e i cosiddetti "documenti web" (che si creano e modificano tramite perlopiù un normale browser, e risiedono fisicamente su server remoti).

Chiaramente, fino a poco tempo fa esistevano solamente i "documenti", dato che le condizioni per i web document non erano ancora pronte: tra queste, ovviamente, è necessario poter disporre di un accesso ad internet costante, in modo da poter lavorare sui documenti come fossero "a casa propria". I vantaggi, a parer mio, sono considerevoli, come spiega bene il post... gli svantaggi - come magari una certa lentezza nella gestione di documenti lunghi, o possibilità di editing minori rispetto a programmi come MS Word o Openoffice.org - andranno (penso) via via diminuendo, con il progredire della tecnica e del software sul quale si appoggiano...

Many people consider online applications as a replica of offline applications and documents created using these online apps are similar to the ones created using the offline counterparts. They are NOT the same. Let me explain.Documents created using offline apps lack additional information, meta data and context which their online counterparts provide which makes online docs more valuable than the current documents most people use.So, what are the specific advantages of web documents against traditional documents? Here are a few... Mobility, Sharing & Collaboration
Zoho Blogs » Document vs Web Document

(Molte persone considerano applicazioni online come una replica di applicazioni offline e considerano similmente documenti creati con applicazione online e offline. Essi in realtà NON sono la stessa cosa. Fatemi spiegare. Documenti creati usando applicazioni offline mancano di alcune informazioni supplementari, meta data e contesto, che le applicazioni online forniscono, e che rendono queste ultime più interessanti dei normali documenti che usa la maggior parte delle perosne. Quali sono i vantaggi specifici dei web documents ? Eccone alcuni: Mobilità, condivisone e collaborazione...) (N.B. Traduzione "libera" del sottoscritto)

martedì 17 luglio 2007

Intervista a Linus Torvalds

Devo ammettere che - nonostante mi "imponga" di non mitizzare troppo certi personaggi che mi stanno simpatici - Linus Torvalds riesce spesso a spiazzarmi. Come in questa intervista in cui ammette candidamente di non usare Debian perchè "troppo difficile da istallare" e spezza una lancia per le distro con "istallazione facilitata" ... che dire, finalmente, il sottoscritto può continuare a sguazzare tra SUSE, Kubuntu, PCLinuxOS etc. senza più vergognarsi (di fronte ai "puristi Linux") di non usare sempre e solo la mitica riga di comando...!!

Simpatica anche la conclusione in cui ammette (..fortunello!) di sviluppare linux ancora “just for fun”... ;)

Intervista a Linus Torvalds | oneOpenSource:
"Quindi, la sola distribuzione di un certo spessore che non ho mai usato è stata Debian, proprio perché, come da tradizione, è la più difficile da installare. Il che può sembrare strano, visto e considerato che Debian è anche la distribuzione più tosta a livello tecnico, ciò è esattamente quel che io non voglio in una distribuzione. Scelgo quelle più semplici, con un’istallazione facilitata, ecc., perché, per me, questo è il solo modo per usare qualsiasi distribuzione..."

lunedì 16 luglio 2007

Nuova versione di TuxPaint...

TuxPaint è certamente uno di quei programmi che, dopo un pò che lo usi (o lo fai usare ai tuoi bimbi) cominci a stupirti che tu non abbia dovuto pagare nulla per averlo... A mio parere, è molto ben fatto e risulta davvero fantastico per i bimbi in età prescolare (ma anche dopo), che si divertono un sacco con la grandissima varietà di timbri, con gli effetti sonori che accompagnano il disegno, con gli effetti "magici" come l'aggiunta dell'arcobaleno, dei mattoni, dell'erba...

Complimenti agli sviluppatori di TuxPaint, il "pinguino che disegna" è davvero fantastico!!



Comunicato stampa: 1 luglio 2007 - Pronto Tux Paint 0.9.17:
(Davis, CA — 1 luglio 2007) Cinque anni dopo il debutto del suo software libero di disegno per bambini vincitore di numerosi riconoscimenti, New Breed Software è felice di annunciare il rilascio di Tux Paint 0.9.17.
Tux Paint su uno schermo LCD widescreen (risoluzione 1440x900) e su un palmare (800x600)
Tux Paint è in grado di funzionare praticamente su ogni schermo

Tux Paint 0.9.17 offre numerose innovazioni divertenti affiancate da miglioramenti nelle caratteristiche più importanti, come nuovi timbri, nuovi pennelli per gli strumenti Disegno e Linea, il supporto per una grande varietà di risoluzioni e schermi — grandioso da usare con monitor LCD wide-screen e palmari (...)

domenica 15 luglio 2007

La volpe fa passi da gigante...

Ottime notizie per il browser Firefox. Direi che è un'ottima cosa poter disporre di un browser multipiattaforma valido e ormai universalmente accettato come Firefox. Soprattutto perchè è diventato ormai obbligatorio, per gli sviluppatori web,  verificare la compatibilita con il browser della volpe di fuoco del proprio lavoro. Il che vuol dire adeguarsi alla fine agli standard "ufficiali" del web e non (solo) al dialetto adottato da IE (che comunque, nella versione 7, non è un cattivo browser, a mio avviso)... a tutto beneficio degli utenti!

'Firefox Now a Serious Threat to IE in Europe' - OSNews.com:
Mozilla's Firefox web browser has made dramatic gains on Microsoft's Internet Explorer throughout Europe in the past year with a marked upturn in FF use compared to IE over the past four months, according to French web monitoring service XiTiMonitor.

giovedì 28 giugno 2007

Google Desktop per linux...!



Lo confesso: una delle applicazioni che più invidiavo a windows (nonostante i vari Beagle etc....), era proprio Google Deskop.
Fino ad oggi, quando ho istallato il .deb sulla mia Ubuntu... ;)

http://desktop.google.com/linux/


mercoledì 27 giugno 2007

Wubi: la via più facile a linux!

Wubi - The Easiest Way to Linux:
Wubi is an unofficial Ubuntu installer for Windows users that will bring you into the Linux world with a single click. Wubi allows you to install and uninstall Ubuntu as any other application. If you heard about Linux and Ubuntu, if you wanted to try them but you were afraid, this is for you.

"Wubi è un istallatore di Ubuntu non ufficiale per gli utenti Windows, che ti porta nel mondo Linux con un solo click. Wubi ti permette di istallare e disistallare Ubuntu come qualsiasi altra applicazione. Se hai già sentito di Linux ed Ubuntu, e volevi provare ma avevi qualche timore, questo è per te" (traduzione mia)

Mi pare decisamente interessante, e credo proprio che vada nella direzione giusta (almeno secondo me...), cioè quella di una maggiore interazione ed interconnessione tra windows e linux. Con Wubi istallare linux dovrebbe diventare semplice quasi come istallare una comune applicazione dentro windows. La cosa bella è che non gira in una macchina virtuale dentro windows, dunque non vi dovrebbe essere calo di prestazioni rispetto ad una "vera" istallazione linux. Non l'ho ancora provato, ma conto di farlo al più presto!

mercoledì 20 giugno 2007

Testing Zoho Sheet



Testing Zoho Sheet


Inserito originariamente da mcastellani
Che dire? Meraviglie di AJAX e del web2.0! Certo che non mi sono ancora abituato all'idea di far girare un foglio di calcolo... dentro Firefox!

Devo dire però che applicazioni "web2.0" come Zoho Sheet fanno più che discretamente il loro lavoro: in particolare, il foglio di calcolo di Zoho, specialmente in termini di responsività, mi sembra non abbia assolutamente niente da invidiare al corrispettivo di Google. Anzi... ;)

venerdì 8 giugno 2007

Aggiornamento di Koffice per Kubuntu

Altro che "sorella minore" della Ubuntu! A me pare invece che Kubuntu - oltre chè ad essere un'ottima distribuzione per il desktop - rivesta un interesse particolare per gli affezionati a KDE, perchè sembra proprio quella che scommette di più su questo ambiente desktop: è illuminante a tale proposito osservare con quale celerità gli aggiornamenti di KDE sono assimilati nei pacchetti per la distribuzione stessa:

The KOffice Project - KOffice 1.6.3 Release Announcement:
KOffice 1.6.3 Release Announcement DATELINE June 7, 2007 FOR IMMEDIATE RELEASE KDE Ships New Release of Free Integrated Office Suite June 7, 2007 (The INTERNET). The KDE Project today announced the release of KOffice version 1.6.3, the second maintenance release...

E nello stesso giorno (7 giugno) la home page di Kubuntu riporta questa notizia:

Kubuntu - The KDE Desktop:
KOffice 1.6.3 Released for Kubuntu KOffice 1.6.3 has been released and is available for Kubuntu 7.04 (Feisty). The packages are in feisty-backports, available from Adept Manager when you choose Unsupported Updates from the Updates tab of Manage Repositories. Packages are also in the Gutsy development version.

mercoledì 6 giugno 2007

Free Software Daily

E' appena nato il sito Free Software Daily. L'idea mi pare interessante: il modello è chiaramente quello di Digg.com, ove gli utenti possono sottoporre dei link pertinenti, e votare quelli che appaiono sul sito, tuttavia questo presenta una orientazione ben precisa verso il software "libero". Vediamo un pò se prende piede... intanto mi sono registrato come Marcolinux e ho dato in pasto il feed a Google Reader... ;)

Ci sarebbe pure un MEPIS leggero...

Continua a piacermi molto l'attenzione che viene dedicata ai computer "non-troppo-nuovi" da diverse distribuzioni linux... sarà perchè a casa ho ancora un Pentium 3 650 Mhz che non mi va di buttar via (e perchè dovrei...), sarà che effettivamente questa dei computer stagionati credo sia una opportunità sempre più attuale per linux, dato che Microsoft non ha interesse alcuno (direi) in questo settore, anzi seppure indirettamente induce gli utenti a considerare "poco usabili" i computer non proprio nuovi, a causa delle necessità non trascurabili dei suoi nuovi sistemi operativi....

... Il bello "invece" è che linux può essere "granulare" quanto si vuole, grazie alla sua flessibilità....

An Ultra-Lite MEPIS Derivative, AntiX "antics", is Available for Testing | MEPIS:
MEPIS has announced that the release candidate of a community built and maintained ultra-lite derivative of MEPIS has been released for public testing...

martedì 5 giugno 2007

Free software magazine e compagnia bella...

Certo che - a patto che si mastichi un poco dell'idioma inglese - di magazine e bollettini di argomento correlato all'open source e a linux,completamente gratuiti (o a prezzo tutto sommato piuttosto basso, com'è ad esempio per Linux Journal Digital) ed anche ben fatti, se ne trovano non pochi: ricevo oggi la notifica dell'uscita del numero 18 del Free Software Magazine. Un'occhiata ai contenuti mostra più di qualche motivo di interesse (almeno, per il sottoscritto)...

Free Software Magazine:
Issue 18 Issue 18 is here and with it another bunch of great articles all about free software. We have Andrew Min showing us how to dual-boot Windows and Kubuntu. There's Mitch Meyran's in depth article on 3D desktops and Xavier Calbet's one on Fractal generation. Rosalyn Hunter breaks in new users with her follow up article on using the CLI and Jonathan Roberts gives us all the low down on how to get help with free software. Of course, I'm only scratching the surface... there's a lot more in this fine issue of Free Software Magazine....

Siamo d'accordo, è tutta roba da fruire sul computer (magari un laptop, magari di quelli piccoli molto carini, da portare dovunque.... avendocelo), il che costituisce anche un limite: sarà un segno dell'età, ma il cartaceo lo trovo ancora molto molto comodo, non c'e' nulla come sfogliare una rivista vera , vuoi mettere? Ma tant'è: è bello anche muoversi nel regno dei magazine digitali, che possono contenere una notevole quantità di (spesso buona) informazione...