venerdì 26 settembre 2008

Some links for 09/26/2008

  • tags: koffice, segnalerumore, office, software, linux, beta

    • The KOffice team is proud to announce the first beta of KOffice 2.0. The goal of this release is to gather feedback from both users and developers on the new UI and underlying infrastructure. This will allow us to release a usable 2.0 release, demonstrating our vision for the future of the digital office to a larger audience and attract new contributions both in terms of code and ideas for improvements.
  • tags: gnome, announcement, linux, gui, desktop, segnalerumore

    • Today, the GNOME Project celebrates the release of GNOME 2.24, the
      latest version of the popular, multi-platform free desktop
      environment and of its developer platform. Released on schedule, to the
      day, GNOME 2.24 builds on top of a long series of successful six months
      releases to offer the best experience to users and developers.

Identi.ca introduce nuove features

Identi.ca mi sembra stia diventando una alternativa a Twitter sempre più credibile; partito infatti con una struttura tecnica un pò spartana, il servizio di microblogging canadese - dopo la mossa vincente di sviluppare delle API compatibili con Twitter - stà continuando ad introdurre nuove features alcune delle quali molto interessanti, come gli hashtags (possibilità di introdurre nei post una etichetta "al volo" premettendo il codice "#" davanti ad una parola).


Altre gradite aggiunte, molto recenti, sono i messaggi diretti e la possibilità di segnare e salvare come favoriti i post propri o di altri ritenuti interessanti. Inoltre si possono propagare automaticamente i post su Twitter, in caso si abbia un account su entrambi i servizi.

Certo la user base è certo più esigua di Twitter, ma chi può dire come evolveranno le cose: dopotutto i microblog sono un concetto relativamente recente, i giochi sono ancora aperti...

venerdì 19 settembre 2008

Twitter si rifà il look (un poco)

"We're getting ready to launch a refresh of parts of the Twitter.com interface. This release does not include any new features (well, one). It's mostly cosmetic changes. This post describes what we're doing and why..."


Con il nuovo look, un pò più di codice Ajax per snellire la navigazione nel menù, e una serie di sfondi predefiniti (carini, direi) con maggiori possibilità di personalizzazione...

giovedì 18 settembre 2008

Linux Ubuntu, la Guida Ufficiale


Stamattina mi sono fermato in edicola e ho acchiappato, per meno di 11 euri, una copia del volume Linux Ubuntu "Guida Ufficiale", edizioni Mondadori Informatica - PC Professionale. Come ho scoperto da una lettura delle prime pagine e da una ricerca in Amazon, è la traduzione in italiano della terza edizione di The Ubuntu Official Book

Alla prima occhiata sono rimasto un pochino deluso perchè mi è parso che il livello della trattazione fosse molto focalizzato sui "neofiti", con dettagliate spiegazioni di come istallare ed usare i vari applicativi, e l'aspetto geek fosse tenuto piuttosto in sottotono. Tuttavia ad una analisi pià accurata mi sono ... rinfrancato, poichè si trovano comunque una serie di spunti ed indicazioni interessanti che possono essere utili anche a chi ha una certa esperienza di linux; sono dunque contento di averlo acquistato (anche perchè il prezzo non è certo eccessivo, per un volume di pià di 400 pagine). 

A parte le varie tematiche tecniche, interessante sotto il profilo storico-sociale è l'introduzione alla prima edizione, riportata anche in questo volume, di un certo Mark Shuttleworth (!) e i cenni storici sulla nascita di Ubuntu, che in effetti non conoscevo. Non trascurabile inoltre il dettagliato indice analitico, che rende possibile rintracciare rapidamente un tip o una problematica in caso di bisogno.

In poche parole, un libro pensato per chi si avvicina a linux o Ubuntu senza grandissima esperienza, ma con motivi di interesse anche per i più esperti. Spero che iniziative come queste contribuiscano a diffondere la conoscenza di linux e del fatto che ormai non è più un sistema "astruso" ma di facile istallazione ed uso (a proposito di PC Professionale, trovo davvero apprezzabile l'attenzione verso il mondo linux che traspare in diversi numeri, non ultimo quello in edicola con la prova dettagliata di diverse distribuzioni per desktop). 

Non che tutti debbano usare linux: però almeno sapere che c'e', e che è una possibile alternativa.. ;-)

mercoledì 17 settembre 2008

Google Chrome, le mie prime impressioni

No, no. Devo dire che le mie impressoni riguardo a Chrome, il nuovo browser di Google lanciato qualche giorno fa in beta (come quasi tutto, d'altra parte...) non sono per nulla negative.

Mi piace il concetto di mantenere il browser meno invasivo possibile, lasciando spazio ai contenuti; si capisce come sia pensato per "applicazioni" vere e proprie, che ormai girano su web in percentuale sempre più pronunciata (ad esempio Google Documenti, oppure Zoho Writer): in tali circostanze tutti i "comandi" sono ormai dentro il browser, pertinenti all'applicazione in quanto tale. Il browser è un contenitore di applicazioni, e come tale deve in effetti essere poco invasivo.

MI piace anche la velocità con cui si avvia (sul mio vecchio notebook di casa, sensibilmente più veloce di Firefox), la gestione della cronologia (qualcosa ha preso da Opera, mi pare, con le miniature dei siti visitati, cosa molto comoda) e dei downloads.

Tra le cose che mancano, naturalmente, un utente Firefox non può non notare la mancanza delle innumerevoli estensioni che fanno il vero punto vincente della "volpe di fuoco". Manca una gestione dei feed RSS, al momento, e questo è veramente un punto importante..


Manca anche la versione ufficiale per linux e mac, anche se dei port cominciano ad apparire sulla rete. Ma chiaramente essendo una versione di sviluppo, ci si può aspettare che molte di queste cose verranno presto implementate..

... un unico leggero timore mi viene: non saremo un pò troppo "appoggiati" a Google, nel complesso? Un piccolo timore, che però non mi turba tanto da non usare Chrome, quando sono su windows (e non mi serve qualche particolare add-on di Firefox) ;)

mercoledì 3 settembre 2008

Il social network del futuro?

Interessante e conciso articolo, che rileva la notevole frammentazione che vi è al momento nella galassia dei vari social network... Il web3.0 dovrà andare, a detta di molti, verso una semplificazione di questa un disomogenea "marea" di servizi ...



  • Il social network del futuro | oneWeb2.0

    tags: web2.0



    • "...ritengo che una possibilità sia quella di vedere la creazione di un social network che riesca a raccogliere tutto quanto gli altri propongano e si ponga a un “meta-livello” rispetto a quanto già offerto."