giovedì 30 luglio 2009

LinkBlog su Linux (e altro)

Nel lato destro di questo sito ora vedere il box di un LinkBlog (o LinkStream, a seconda dei gusti), ovvero un sito formato da una collezione di link, il cui ambito di riferimento si colloca nelle notizie del blog medesimo, ovvero sistemi operativi (soprattutto linux) e comunque altro materiale legato alla nostra "vita digitale".

Il Linkblog è spiccatamente "sociale", poichè consente ad ognuno di votare i link, dunque configurando una sorta di classifica di gradimento (...qualcuno ha detto Digg...??) come pure di inserire assai facilmente dei nuovi link tramite l'apposito form (o il widget da inserire nel browser).

La speranza è che possa sembrare uno strumento interessante anche ad altri, e che anzi possa essere inserito in siti e blog di area affine (è semplicissimo, basta prelevare il codice per il widget e inserirlo nelle proprie pagine) : più sono le persone che partecipano alla stesura della pagina, più diventa realmente una risorsa di valore.

Se la cosa vi pare interessante, fatemi sapere. Se poi non dovesse piacere il nome SegnaleRumore, beh.. se ne può parlare ;-)


Stupende immagini della sonda Chandra in 3D!

Sono davvero rimasto di sasso.. stamattina ho dato uno sguardo al sito di Chandra, e mi ha incuriosito il link View Chandra Images in 3D Wall. Ho seguito il collegamento e mi sono ritrovato in una simpatica collezione di immagini prodotte nel tempo dalla sonda (e ve ne sono state davvero di molto belle, come abbiamo da tempo riportato su questo stesso sito).



Ma la parte migliore doveva ancora arrivare... seguendo i consigli del sito, ho scaricato il plugin Cooliris per il browser (sto scrivendo su un PC con Ubuntu Linux e navigo con Firefox). Dopo un classico restart del browser, sono tornato alla galleria di foto: a questo punto ho potuto attivare l'opzione a pieno schermo e... sono rimasto a bocca aperta! Mi stavo muovendo in una galleria tridimensionale di stupende immagini: con un tocco della barra inferiore la galleria di immagini si muove con uno stupendo effetto grafico. Ci si muove e si allarga un'immagine con movimenti fluidi, veramente l'esplorazione delle foto diventa un piacere. Insomma, consigliatissimo, se volete vedere come la scienza diventi quasi.. arte! A quando trovare una simile possibilità su un sito divulgativo italiano? Speriamo presto...

L'unica cosa che mi viene da pensare, è che ritengo si possa usufruirne se il PC è abbastanza recente e immagino pure debba avere l'accelerazione grafica (ma non so, posso sbagliarmi). Se provate e vi piace, lasciate un commento a questa notizia, magari... ;)

Articolo pubblicato originariamente su GruppoLocale.it


venerdì 17 luglio 2009

Qaiku, lavori in corso (e nuova piattaforma)...

Ve lo devo dire, provo una certa eccitazione nel saltare dentro un progetto che a mio avviso presenta delle buone potenzialità, e seguirne gli sviluppi dall'interno, giorno per giorno... Vederlo crescere pian piano, interagire con gli sviluppatori (spesso molto più attenti e disponibili dei gestori di un grosso progetto pienamente avviato). Proprio questo mi sta accadendo al momento attuale con la piattaforma di microblogging Qaiku, della quale ho già parlato in varie riprese, in questo blog.

Sono saltato dentro Quaiku nel mese di marzo (per quanto ne so adesso, potrei essere uno dei primi italiani ad essersi iscritto: sicuramente il primo messaggio in italiano è del sottoscritto), perchè attirato dal fatto che si presentasse dichiaratamente inspirato a Jaiku (la piattaforma prima comprata da Google e poi praticamente... lasciata in naftalina ed infine dismessa, con codice rilascito sotto open source), che ho molto apprezzato in passato per alcune sue caratteristiche, come il supporto nativo ai gruppi e la possibilità di appendere veri commenti ai posts (diversamente da Twitter, come sappiamo).

Qaiku si presentava all'epoca quasi come un clone di Jaiku o appena poco più, ma con una serie di cose in via di sviluppo assai promettenti, tra i quali un supporto embrionale al filtraggio per lingua, e soprattutto con un fervore di sviluppo interessante e contagioso. Le premesse iniziali sembra fossero fondate, perchè il tasso di sviluppo è rimasto piuttosto elevato e costante, con l'aggiunta progressiva di una serie di importanti funzionalità.

Ora è appena stato rilasciato un importante aggiornamento che ha il pregio anche di esaltare alcune delle caratteristiche peculiari di Qaiku (che personalmente ho trovato subito attraenti): tra queste spicca a mio avviso il pieno supporto ai filtri per linguaggio. Ora è possibile accedere in maniera rapida e semplice a tutti i messaggi scritti in un dato linguaggio (all'atto di inviare un aggiornamento, si può infatti specificare in che linguaggio viene inviato).

Ottima mossa dunque per Qaiku, piattaforma sempre più interessante. Da considerare per chi avverte come insufficiente il modello "conversazionale" di Twitter e affini. Peccato solo la presenza italiana sia assolutamente esigua al momento. Ma chissà, le cose possono sempre andare meglio...

... Let's go forward, qaiku ;-)




Powered by ScribeFire.

mercoledì 15 luglio 2009

Rilasciato GNOME 2.27.4


E' stato appena rilasciata la versione 2.27.4 del desktop environment per linux chiamato GNOME. Come recita l'annuncio, è la quarta release di sviluppo nel cammino verso la versione 2.28, che dovrebbe essere rilasciata in ottobre di quest'anno.

A quanto possiamo leggere dalle note di rilascio, è comunque una release essenzialmente di sistemazione di bachi ("Lot's of bug fixes"): per il desktop, forse la novità più importante è l'inclusione della versione 2.27.4 di Brasero, l'applicativo predefinito in GNOME per masterizzare su CD/DVD.

Interessante anche che nelle note di rilascio si faccia menzione (in termini positivi) della recente conferenza congiunta GNOME/KDE ("was certainly great fun for all present people").

gmane.comp.gnome.devel.announce
This is already the 4th development release towards our 2.28 release that will happen in October 2009; this release comes just after the first joint GNOME / KDE conference, which was certainly great fun for all present people.


Il calendario Google apre il suo laboratorio...

Ottima la decisione di Google di estendere il modello di sviluppo di Gmail (applicazione stabile + servizi aggiuntivi sperimentali nel Lab) anche al Calendario (anche se al momento non appare ancora - almeno per me - nell'interfaccia italiana).

 Considerando anche che, seppure meno famosa dell'arcinota applicazione di posta elettronica, il calendario Google ha al suo arco ottime caratteristiche (tra cui, quasi unica per l'Italia, la possibilità di essere avvisati via SMS di appuntamenti, senza alcun costo), l'introduzione di una sezione Lab pare un'ottima possibilità - per l'utente più smaliziato - per configurare il servizio quanto più aderente possibile alle proprie necessità, proprio come avviene da tempo per Gmail (il cui "Lab"  conta ormai numerossisime applicazioni,  molte delle quali di indubbia utilità).

Ancora una volta.. ben fatto Google! :)


The Google Apps Blog (original posts): Introducing Google Calendar Labs

We've been looking for a way to release early features to users in a quick and experimental fashion, but in a way that would let developers and customers outside of Google extend Calendar too. We've seen how successful Gmail Labs has been and decided Calendar deserved Labs too.


lunedì 13 luglio 2009

Google su Twitter: il catalogo è questo...!

Non si può davvero dire che il gigante statunitense Google non creda all'utilità di uno strumento come Twitter (mai come ora "di moda" e sotto i riflettori anche dei media più "tradizionali") per diffondere gli aggiornamenti sullo stato dei propri (quasi innumerevoli) progetti sul web. Questo già si sapeva, ma colpisce ugualmente trovarsi di fronte al catalogo completo degli account della famosa piattaforma di microblog, utilizzati attualmente da Google (ma un account dedicato a Linux o a progetti Open Source dentro Google non l'avrei visto male, in questo contesto)...

Se ci ricordiamo che Google aveva a suo tempo acquistato una piattaforma concorrente, ovvero Jaiku, e poi l'aveva praticamente accantonata, risulta ancora più evidente come questo si configuri come un riconoscimento della popolarità e dell'utilità di Twitter, sicuramente il più famoso ed utilizzato nel parco delle piattaforme di microblogging ad oggi disponibili. Ma Google avrà mai provato a comprarselo, a proposito? Boh, confesso di non saperlo... ;-)

Official Google Blog: Google accounts on Twitter
Like lots of you, we've been drawn into Twitter this year. After all, we're all about frequent updates ourselves, and there's lots happening around here that we want to share with you.




Scorrere la lista

venerdì 3 luglio 2009

Identi.ca compie un anno!

Sicuramente di "successo" il primo anno del servizio di microblogging Identi.ca, visto il numero di adesioni e anche di clients che già sono stati sviluppati per la piattaforma: iniziata quasi come un clone di Twitter, ha aggiunto nel tempo una serie di importanti innovazioni sul lato tecnico, come il supporto ai gruppi, alle tags, e molto altro...






Ora Identi.ca celebra il suo primo compleanno, e nel medesimo tempo aggiunge altre importanti innovazioni sul lato tecnico, come il supporto alle conversazioni: ottima aggiunta senz'altro, che dovrebbe contribuire a diminuire il senso di frammentazione proprio, in una certa misura, di tali sistemi di comunicazione "veloci", muovendo verso un sistema più fruibile e "consistente"... e c'è qualche importante novità in cantiere anche per Linux (in specifico riferimento al software che costituisce il "motore" di Identi.ca, che è open source), a giudicare dal post su Control Yourself:

"With our private beta of the status.net platform and the release of version 0.8.0 of Laconica this week, I think that the coming year will be even more exciting. We’ve got a great piece of software for users to communicate with and for developers to build on; we want to make it easier for admins to install, monitor, upgrade and configure. Among other things, we plan release version 1.0 in the fall of 2009, and get into major Linux distributions and onto one-click install programs for major Web hosting companies."