venerdì 18 giugno 2010

Google (anche) a riga di comando...

Più passa il tempo più il sistema di Google diventa veramente un sistema operativo globale, sul più grosso network distribuito del mondo. Ora anche l'accesso a riga di comando: Internet nella sua versione più potente e flessibile... per gestire i dati nella nuvola come su una "linux box" locale...

Posted via web from SegnaleRumore Express

giovedì 10 giugno 2010

Che browser usa chi viene qui?

Come piccola curiosità, ecco qui le statistiche riferite al browser adottato, per i più recenti 500 accessi a questo sito (grazie ai preziosi servigi di Statcounter.com)... come potete vedere, Firefox la fa ancora da padrone, ma buon secondo arriva già Chrome, che ha sopravanzato Internet Explorer. Gli altri (Mozilla, Opera, Safari) seguono dietro...


Rilasciata la seconda beta di KDE 4.5

KDE ha rilasciato oggi la seconda versione beta di quello che è destinato a diventare KDE SC (software compilation) 4.5.0, nell'agosto di quest'anno. Naturalmente non è destinata ai computer "in produzione" ma solamente a chi voglia sperimentare un pò con il software più aggiornato (ma ancora con qualche bachetto). Dicono quelli di KDE che vogliono arrivare ad una versione "solida come una roccia" e dunque i lavori continuano fervidamente, nonostante un gran numero di problemi siano già stati risolti.


Una schermata del nuovo KDE, dove tra l'altro si nota in bella evidenza la pagina del nuovo programma Jointhegame attraverso la quale si può finanziare il progetto diventanto "supporter" :-)

KDE SC 4.5 si porta appresso diversi miglioramenti, tra i quali possiamo listare:
  • rinnovata area di notifica, il protocollo basato su D-Bus dovrebbe garantire un look and feel uniforme e consistente tra le diverse applicazioni
  • migliorie consistenti nel sistema di gestione della finestre e negli effetti grafici
  • gli utenti che preferiscono WebKit come "motore" per il browser Konqueror da ora potranno installarlo ed usarlo in luogo del classico KHTML


giovedì 3 giugno 2010

Rilasciata nuova versione di Stellarium

Due nuove versione per il popolare programma Stellarium, che permette di esplorare la volta celeste, traendo vantaggio da un notevole database che comprende oltre 600.000 stelle (con cataloghi extra di più di 120 milioni di oggetti!), con la rappresentazione delle costellazioni, immagini delle Nebulose (tutto il catalogo di Messier), rappresentazione realistica della Via Lattea, pianeti e satelliti. Include effetti realistici di alba e tramonto, zoom, controlli telescopio...

... insomma ce ne sono di caratteristiche interessanti, per convincere a fare un giro con Stellarium anche a chi sia anche solo vagamente appassionato di astronomia...!



Una schermata del programma Stellarium.
Si parte dal quartier generale di ESO, a Garching, presso Monaco di Baviera...


La versione 0.10.3 è stata rilasciata il 29 gennaio, con nuove caratteristiche come dei plug in per predire la posizione di satelliti artificiali, un database che incorpora un'altra "cultura del cielo" (quella Azteca) e altre cose di cui vi lascio il piacere della scoperta ;)

La versione 0.10.5 è appena di ieri, e comprende una correzione di numerosi bugs, un tempo di caricamento ridotto e altre migliorie.

Stellarium è disponibile per i maggiori sistemi operativi (Windows, Linux e Mac OS X) ed è gratis e per di più è "open source". Che si può pretendere di più...?

Il sito web di Stellarium è www.stellarium.org .